domenica 29 settembre 2013

Dolcetto o salatino?

Ci sono tante cose che sei disposta a fare per amore, per spirito di collaborazione, per solidarietà e anche un po' per egoismo, perché magari così ti senti utile e parte integrante di qualcosa che ritieni importante. Una di queste è prenderti in carico il merchandising di una band emergente, occupandoti di gestire l'ordine di magliette e spillette, di allestire il banchetto durante i live e di vendere il più possibile. Magari in fifty-fifty con un'amica, ché è pure più divertente e stimolante.
Ma se l'amica in questione è un'appassionata di cucina come te e ha un food blog come te ed è anche un po' folle come te, il passo da "ci vogliamo pensare noi al banchetto?" a "perché non prepariamo qualcosina da regalare a chi acquista cd o maglietta?" è veramente breve. E così, in occasione della del concerto domenicale a Festoria (Saronno) di El Santo, io e Silvia di Profumo di cose buone ci siamo messe in cucina e abbiamo preparato quattro tipi di biscottini, due io e due lei, da distribuire dopo il live. Io avevo già sperimentato una cosa simile un paio di estati fa (il mio post qui), e ho riproposto i biscottini al cocco e quelli al vinsanto; Silvia, invece, si è occupata di quelli di frolla al cacao e quelli di pasta sablé (il suo post qui). 

Visto che l'iniziativa è stata apprezzata da più parti, abbiamo voluto riproporre la cosa anche in occasione della data al Milano Film Festival. Ma, visto che il concerto si sarebbe tenuto a orario aperitivo, stavolta abbiamo preferito preparare stuzzichini salati. Silvia si è occupata dei salatini al pecorino e di quelli al parmigiano e olive nere, mentre io mi sono data alle ricotta e alle acciughe. Naturalmente, anche in questo caso è stato un successone. Non vi resta, dunque, che venire in massa il 10 ottobre al Biko di Milano per vedere che cosa avremo realizzato per quella data. E, ovviamente, per assistere al concerto di El Santo!

Salatini alla ricotta*
  • 100 gr di ricotta
  • 200 gr. di farina
  • 100 gr. di parmigiano grattugiato
  • 100 gr. di burro ammorbidito
  • sale
  • paprika
  • semi a piacere
  • 1 uovo
Impastare la ricotta con il burro morbido, la farina, il parmigiano, il sale e la paprika. Formare una palla e mettere a riposare in frigo per una mezz'oretta. Passato questo tempo, stendere l'impasto con il matterello e, con l'aiuto di una formina, ritagliare tanti salatini (con queste dosi me ne sono venuti una trentina circa). Spennellare la superficie dei salatini con un uovo sbattuto, cospargere di semi vari (io ho usato cumino, sesamo e papavero) e infornare a 200° a 10-12 minuti al massimo.
*ricetta presa da Coquinaria.it ma non ricordo di chi fosse


Salatini alle acciughe*
  • 55 g di acciughe sott'olio
  • 100 gr. di olive nere denocciolate
  • 115 gr. di pecorino grattugiato
  • 180 gr. di farina
  • 115 gr. di burro 
  • 1/2 cucchiaino di pepe
Tritare al mixer le olive, il formaggio, la farina, il burro a dadini e il pepe fino a ottenere una pasta liscia e omogenea. Formare una palla, avvolgerla nella carta alluminio e mettere a riposare in frigorifero per mezz'ora circa. Stendere la pasta abbastanza sottile su un piano infarinato, quindi con l'aiuto di una formina ritagliare tanti salatini (con questa dose ne vengono quaranta circa). Disporli su una teglia con carta oleata e cuocere a 200° in forno già caldo per 10 minuti circa, finché non si dorano. Trasferire i salatini su una gratella e farli raffreddare completamente. 
*ricetta presa dal libro Stuzzichini (Ed. Gribaudo - Parragon)


Questi salatini si mantengono fragranti per alcuni giorni se conservati in una scatola di latta.



2 commenti:

carla ha detto...

Complimenti a te e a Silvia siete state bravissime e io prendo nota.
Ciao
carla

Laurella ha detto...

grazie :-)